FANDOM


180px-NSMBF copertina.jpg

La locandina del film

Super Mario Bros. è un film teoricamente tratto dalla serie di Mario. Il film infatti non riporta gli elementi della serie ma ripropone il tutto in chiave cyberpunk: infatti il film si svolge ancora a Brooklyn e il Regno dei Funghi viene sostituito da Dinohattan.

Storia

Film completo - Super Mario Bros (italiano)

Film completo - Super Mario Bros (italiano)

il film completo

Il film inizia ipotizzando che il meteorite che 65 milioni di anni fa colpì la Terra causando l'estinzione dei dinosauri in realtà divise il pianeta in due dimensioni parallele, una abitata dagli esseri umani, l'altra dai discendenti umanoidi dei dinosauri.

Venti anni prima dell'inizio della storia, una donna dall'aria trafelata emerge da un tombino di Brooklyn, portando con sé un involto, contenente una sorta di capsula con una pietra lucente incastonata. Lascia questo involto sugli scalini di una chiesa, e l'involto viene raccolto dalle suore. La capsula contiene un uovo, che subito si schiude dando alla luce una bambina. Invece la donna, ritornata nelle fogne dove vi sono dei lavori in corso, si scontra con il suo inseguitore, Koopa, che vuole sapere dove ha nascosto la pietra. La donna quindi, si sacrifica facendo crollare una trave portante facendo crollare la miniera. Koopa, rimasto nella parte interna, non può far altro che ritornare da dove è venuto

Venti anni dopo, nello stesso luogo dove era morta la donna, l'impresa di costruzione dell'impresario Anthony Scapelli, rinviene l'Iridio: ossia il minerale di cui è composto il famoso meteorite che potrebbe aver estinto di Dinosauri. L'università paleontologica di Brooklyn, quindi, decide di offrire a Daisy, la loro migliore studentessa, di sovraintendere gli scavi del cantiere. Scapelli, alterato per il fatto che deve rinviare i lavori, manda in diverse occasioni i suoi uomini a sabotare i lavori, ma Daisy non desiste.

Intanto, dall'altra parte del quartiere, Mario Mario e Luigi Mario, fratelli italo-americani idraulici, riescono a stento a mandare avanti la baracca: Scapelli infatti è il loro unico concorrente, e nonostante i suoi metodi violenti, riesce ad accaparrarsi tutta la clientela, lasciando al verde Mario e Luigi, il cui furgoncino è malandato e si fermano a ripararlo. Poco dopo, arriva Daisy, che, minacciata di nuovo da Scapelli era andata alla più vicina cabina telefonica a chiedere rinforzi all'Università. Affascinato dalla ragazza, Luigi le offre gli spiccioli per la chiamata e le offre pure un passaggio.

Daisy accetta, anche perché teme di essere seguita: i suoi sospetti sono fondati perché sulle sue tracce ci sono due loschi figuri chiamati Iggy e Spike Koopa, rapitori di quattro ragazze locali. Il loro compito era infatti di ritrovare la figlia della donna morta nella galleria che era sfuggita a Koopa, il loro zio, e riportarla, ma hanno solo collezionato un fallimento dopo l'altro, grazie alla loro incapacità. Ma per una volta, la loro preda è quella giusta, ma finché non è da sola, rapirla sarà tutt'altro che facile.

Daisy, riportata al cantiere, viene invitata da Luigi ad una cena a quattro con Mario e la sua fidanzata Daniella al ristorante Bella Napoli. Finita la cena, Mario offre un passaggio a Daniella fino a casa e Luigi va a fare una passeggiata con Daisy. Iggy e Spike, sempre dietro Daisy, sgarrano un'altra volta pensando che Daisy si sia camuffata da Daniella e la rapiscono appena Mario se ne va. Intanto, Daisy porta Luigi a visitare gli scavi, ma arrivati nelle fogne vi trovano due uomini di Scapelli, Doug e Mike, che scappano, dopo aver sabotato l'impianto idraulico e allagato tutto.

Daisy e Luigi corrono da Mario per chiedergli aiuto. Mario e Luigi riescono a fermare la fuoriuscita di acqua, ma alle loro spalle arrivano Iggy e Spike, che, dopo aver ricevuto la sesta tirata d'orecchi dallo zio, ri-identificano Daisy, colpiscono alla testa i Mario e trascinano via Daisy. Inseguendo i due, Mario e Luigi arrivano fino ad un muro compatto di roccia, dal quale all'improvviso spunta fuori la testa di Daisy che chiede aiuto. Luigi riesce soltanto a strapparle la pietra che Daisy portava sempre al collo (l'unico ricordo della madre), poi sia lui che Mario si tuffano nel muro, arrivando in una sala con al centro il meteorite di iridio e ritornano ad inseguire i due farabutti sbucando a Dinohattan: una stramba e malfamata città invasa da enormi strati di fungo.

Ritornati alle Torri di Koopa, Iggy e Spike tornano vittoriosi dallo Zio Koopa (ormai Presidente di Dinohattan) e la sua segretaria Lena. Koopa si complimenta con loro ma appena scopre che non hanno preso anche la pietra con loro, dà di matto: il piano di Koopa era inizialmente invadere la Terra con il suo esercito, e farla pagare ai mammiferi per la loro fortuna di essere rimasti in un mondo rigoglioso, ma con la morte della madre di Daisy, il passaggio era rimasto bloccato, finché Scapelli non l'aveva riaperto con la costruzione del Cantiere permettendo però solo di far passare poche persone (Iggy e Spike appunto), ma se la pietra di Daisy, che altro non è che un frammento di Iridio appartenente al meteorite, se viene fusa con il meteorite all'ingresso di Dinohattan, la scissione creata dal meteorite verrà annullata e i Dinosauri potranno ritornare sulla Terra e conquistarla. Iggy e Spike comprendono quindi, che gli idraulici devono aver preso la pietra durante l'inseguimento e Koopa, quindi, da l'ordine di arrestare gli idraulici.

I Mario intanto, ancora increduli del paesaggio circostante, vengono avvicinati da una vecchietta apparentemente innocua che fulmina Luigi con un pungolo elettrico e prende la pietra. Ma la vecchia viene colpita da una grossa donna vestita di rosso di nome Big Bertha che si impossessa della pietra e salta dall'altra parte della strada con l'ausilio delle sue Velox-scarpe. Scioccati, i due fratelli si ritrovano davanti ad un cantante di strada di nome Toad che si mette a cantare una canzone anti-Koopa, venendo per questo arrestato. Notando gli attrezzi idraulici dei Mario, i poliziotti arrestano anche loro.

Dopo il completamento di una veloce scrittura dei loro nomi nel registro della polizia da parte del Sergente Simon, i due vengono de-fungizzati da degli Snifit e fotografati per il registro prima di essere sbattuti in cella assieme a Toad. Dentro, Toad spiega ai fratelli che si trovano in una dimensione popolata da dinosauri evoluti in umani a seguito della scissione dell'impatto del meteorite, in più sostiene che Koopa, dopo aver detronizzato il Re Bowser, lo avrebbe trasformato nel fungo che ora soffoca la città. Ancora increduli, i Mario vengono portati in parlatorio dove gli attende il loro avvocato, tale Larry de Lucertolis, che gli spiega chi è Koopa ("un essere viscido, velenoso, infido e malvagio") e chiede dove sia la Pietra. Non capendo niente Larry inizia a strangolare Luigi e quando Mario prova a reagire viene bloccato dal Sergente Simon che rivela la vera identità di Larry: il Presidente Koopa.

I due idraulici e Toad sono portati da Koopa e Simon nella Camera di De-evoluzione. Mentre Toad viene legato ad una sedia e sottoposto alla De-evoluzione, Koopa spiega che il processo di questo macchinario è quello di riportare il condannato indietro ripristinando il suo ciclo evolutivo, quindi il disgraziato possono accadere due cose: o diventare una melma primordiale o ritornare ad essere l'animale che era prima dello stadio umano. Toad viene quindi regredito al livello di un grosso stupido rettile antropomorfo, chiamato Goomba, e il giovane entra così a far parte dell'esercito di Koopa (composto solo da Goomba). Quando arriva il turno di Luigi e Mario, i due spingono Koopa sulla sedia dell'apparecchio e mentre la De-evoluzione sta per partire per Koopa, i due fratelli spingono le guardie e i Goomba e fuggono. Simon riesce a bloccare la De-evoluzione di Koopa, che ritorna in parte rettile e ordina la morte immediata dei due idraulici.

Raggiunto il garage, i Mario iniziano un inseguimento su macchine alimentate da un cavo elettrico che tocca un soffitto ad alta tensione (esattamente come negli autoscontri) e riescono a seminare la polizia e ad uscire dalla città, dove non arriva la rete elettrica e quindi non si può proseguire, rischiando di precipitare nel Deserto del Koopahari, ma venendo frenati nella caduta dal fungo, apparentemente in maniera del tutto casuale.

Nel frattempo Daisy viene tenuta prigioniera, insieme a Daniella e le altre ragazze di Brooklyn catturate per sbaglio da Iggy e Spike, in una stanza delle Torri di Koopa. Daisy viene trasferita in una nuova stanza dove Lena e poi Koopa le rivelano che lei era figlia dei precedenti sovrani di Dinohattan scoprendo anche che cosa era successo ai dinosauri, usando come prova la lingua e gli occhi di Koopa (ancora provato dalla De-evoluzione) e la presenza di un piccolo T-Rex appartenuto alla Famiglia Reale: Yoshi. Subito dopo, Koopa porta nella camera di De-evoluzione i suoi incapaci nipoti, Iggy e Spike, per renderli più intelligenti grazie all'opzione apposita presente sulla macchina. I due diventano geniali, ma così facendo ricordano (in segreto) che del loro vero obbiettivo: impedire a Koopa di regnare per sempre su Dinohattan, ma avendo fatto il doppio gioco per così tanto tempo, avevano finito di convincersi di stare dalla parte dello zio.

I due vengono inviati nel deserto alla cattura di Luigi e Mario, ma falliscono miseramente e si accordano con i due idraulici: loro gli consegneranno la Pietra, e in cambio Iggy e Spike libereranno Daisy. Mario e Luigi, allora, rivelano che la pietra gli è stata rubata da tale Big Bertha, ma fortunatamente Iggy e Spike conoscono la donna, e, ritornati a Dinohattan travestiti da Snifit a bordo di un Inghiottifango, conducono Luigi e Mario in un locale dove Bertha lavora come buttafuori. Mario, ballando con lei, riesce a riprendere la pietra, ma arrivano dei Goomba guidati da Lena che catturano Iggy e Spike (che si erano messi a cantare canzoni Anti-Koopa ubricahi). Mario e Luigi, tentando di confonderli lanciandosi la pietra fra di loro, la perdono a vantaggio di Lena.

Inaspettatamente la buttafuori (innamoratasi di Mario) interviene aiutando i due fratelli, e trattiene i Goomba il tempo necessario ai due per scappare usando le Velox-scarpe, subito dopo, dal fungo piove una specie di giocattolo a forma di Bomba che Luigi acchiappa al volo. Tuffandosi in un Inghiottifango che trasporta rifiuti, i due riescono ad arrivare alle Torri di Koopa dove è tenuta prigioniera Daisy. Entrati, cercano di sabotare il riscaldamento per mettere in crisi i Goomba, a sangue freddo come tutti i rettili. Quindi, indossano delle uniformi da idraulici (simili a quelle presenti nei videogiochi), ed entrano nell'ascensore. Ma ad ogni piano entrano dei Goomba. Mario e Luigi riescono a non farsi vedere, e quando nell'ascensore si diffonde una musica rilassante, Luigi ha l'intuizione di far ballare i Goomba fra di loro al suono della musica. Così i bestioni si distraggono e i due fratelli riescono ad uscire inosservati dal condotto dell'ascensore.

Intanto Toad, adesso un Goomba con un'armonica al collo assegnato al servizio di Daisy, le sta portando la cena, quando nella stanza entra Lena, intenzionata ad ucciderla. Infatti Lena riteneva che Koopa volesse sostituirla con la ragazza, poiché questi sosteneva di avere bisogno della principessa, l'unica ad avere la forza necessaria per riunificare i due mondi. L'intervento di Yoshi però salva Daisy, che scappa dalla stanza dove era rinchiusa, e incontra di nuovo Toad che le stava portando il cibo. Improvvisamente giungono due Goomba che tengono prigionieri Iggy e Spike, che devono essere giustiziati. I due implorano aiuto a Daisy, ma i due Goomba, confusi, sparano su Toad con i loro lanciafiamme e lasciano andare i due. Daisy riesce a salvare Toad, dopodiché scappa insieme ai nipoti di Koopa. Questi, prima di fuggire, la conducono nella stanza "del trono", dove c' è quello che resta di suo padre: infatti, il vecchio Re Bowser, detronizzato da Koopa (all'epoca suo consigliere) era stato de-evoluto fino allo stadio di fungo, ed era stato lui a infestare tutta la città. Dopodiché Daisy, dalla stanza di controllo del grattacielo, riesce a guidare Mario e Luigi fino a lei.

Qui i due idraulici scoprono perché il fungo li ha aiutati in tutti i modi possibili, frenandogli la caduta all'entrata del Deserto, e dandogli quella bomba giocattolo: infatti, misteriosamente, il fungo riesce a percepire cosa succede, e "vuole sconfiggere Koopa anche lui". Mario si reca a liberare Daniella e le altre ragazze, mentre Luigi e Daisy cercano di fermare Lena, che ormai lavora da sola ed ha dato ordine alle truppe di prepararsi all'invasione, fingendo di agire dietro richiesta di Koopa. Però anche questi ha scoperto tutto, e casualmente, incontra Luigi e Daisy, che vengono catturati assieme a Lena e la pietra viene recuperata dai poliziotti e consegnata a Koopa. Quando Koopa ha la situazione in pugno, e annuncia che, con i nuovi fucili a de-evolver trasformerà tutti gli esseri umani in scimmie, accade un imprevisto: infatti Mario, che aveva liberato Daniella e le altre ragazze, era fuggito con loro, inseguito dai Goomba, su un materassino lanciato come una slitta nelle tubature ghiacciate della torre. Il materassino sfonda le grate ed atterra addosso a Koopa, Luigi, Daisy, Lena e ai Goomba che li tenevano prigionieri, permettendo loro di scappare.

La pietra scappa di mano a Koopa, e viene afferrata al volo da Lena, che corre a inserirla nel meteorite inseguita da Daisy e Luigi, che conducono anche Daniella e le altre al passaggio per rientrare a Brooklyn, dove queste avvertono la polizia e la stampa. Mario, quindi, lotta contro Koopa, tenendolo occupato fingendo di avere la Pietra. Quindi, usa la una piccola bomba del Fungo, che si rivela essere una Bob-omba, temuta da tutti i presenti (Koopa compreso) ma la bomba cade giù dalla passerella dove si trovano lui e Koopa. D'improvviso, Lena inserisce la pietra, ma muore investita da una scossa elettrica: infatti solo Daisy sarebbe potuta sopravvivere al processo della Fusione, ma Lena non l'aveva capito.

I due mondi si fondono, e al posto delle Torri Gemelle compaiono le Torri di Koopa. Questi cerca di attaccare Mario, ma colpisce Scapelli, che si trovava insieme ad una folla di newyorchesi nel cantiere, e lo trasforma in scimmia. Invece Daisy e Luigi si trovano ancora vicino al meteorite e Luigi riesce ad estrarre il frammento usando i suoi attrezzi, riportando Mario e Koopa a Dinohattan. Qui, mentre i Goomba vengono distratti da Toad che con la sua armonica suona lo stesso motivetto dell'ascensore, contemporaneamente Mario e Luigi colpiscono Koopa con i de-evolver e la Bob-omba (ritornata sulla passerella grazie al fungo che l'ha guidata) esplode sotto i piedi di Koopa. È la fine per Koopa, che viene de-evoluto prima in un Tyrannosaurus Rex, e poi in una melma amorfa.

Il mondo dei dinosauri è di nuovo libero, Mario e Luigi sono festeggiati come eroi, e nell'ultima scena tutti i Goomba sono in fila davanti alla macchina di de-evoluzione per ritornare normali. In scene finali assenti nella versione italiana, Toad, tornato normale, e Yoshi salutano Mario e Luigi che ritornano a Brooklyn, mentre Daisy afferma di dover restare nel suo mondo. Tre settimane dopo, Mario è felice con Daniella, ma Luigi è triste e depresso, anche se lui e Mario vengono celebrati dalla stampa come i salvatori di due mondi, e addirittura un giornale sostiene che, anziché "Fratelli Mario", i due dovrebbero essere chiamati "Super Fratelli Mario". All'improvviso Daisy sfonda la porta del loro appartamento, armata fino ai denti, dicendo di aver bisogno del loro aiuto: un ex collaboratore di Koopa era riuscito a fuggire dalla sua prigione dimensionale e aveva preso di mira Dinohattan.

In un altro luogo invece, Iggy e Spike, ora residenti a Brooklyn, incontrano due uomini d'affari giapponesi, per proporgli un videogioco sulle loro avventure nel mondo dei dinosauri: "Super Koopa Cousins".

Personaggi e interpreti

Personaggio Ispirato da... Interpretato da... Doppiato da...
Narratore Nessuno Dan Castellaneta Pino Locchi
Madre di Daisy Regina di Sarasaland (inesistente) Samantha Mathis Cristina Boraschi
Suore Nessuno Mona B. Fierro, Karen Brigman, Christi Work, Joy Rees, Lucy Alpaugh Nessuno
Presidente Koopa Bowser Koopa Dennis Hopper Dario Penne
Baby Daisy - ? Nessuno
Mario Mario - Bob Hoskins Michele Gammino
Luigi Mario - John Leguizamo Sandro Acerbo
Anthony Scapelli Foreman Spike, Donkey Kong Gianni Russo Claudio Fattoretto
Principessa Daisy - Samantha Mathis Cristina Boraschi
James Nessuno Preston Lane Nessuno
Ignazius "Iggy" Koopa Iggy Koopa Fisher Stevens Lucio Saccone
Spike Koopa Lemmy Koopa/Morton Koopa Jr. Richard Edson Francesco Pannofino
Daniella Pauline Verducci Pauline Dana Kaminksi Serena Verdirosi
Mike e Doug Attrezzosauro e Melanzana Robert Lee Edwards, Ronald Lou Edwards Nessuno
Lena Moglie di Bowser (forse) Fiona Shaw Vittoria Febbi
Donna anziana Nessuno Sylvia Harman ?
Big Bertha Big Bertha, Peach Francesca Roberts ?
Toad - Mojo Nixon (normale), John Fifer (Goomba) Vittorio de Angelis
Sergente Simon Martelkoopa Don Lake Sandro Iovino
Goomba - Thomas Merdis, Michael Harding, Michael Lynch, Scott Mactavish, Wallace Merck ?
Angelica Toad Desirée Marie Velez ?
Ragazze Scomparse Toad Melanie Salvatore, Heather Pendergast, Andrea Powell ?
Snifit - ? ?
Gurdarobiera Nessuno Tery Finn ?
Creature - Frank Welker ?
Egon Nessuno Robert Faulkner Priester ?
Pizzaiolo Nessuno Matthew Zachary Hopkins ?
Re Bowser Re di Sarasaland Lance Henriksen Tagliato nell'edizione italiana
Produttori Giapponesi Shigeru Miyamoto Jim Asaki, Matt Nikko Tagliato nell'edizione italiana

Cast

Critica

Il film ebbe poco successo, sebbene siano state create delle action figure. È tutt'ora considerato il primo film dedicato a un videogioco, e criticato per il fatto di non riportare gli elementi allegri e colorati del videogioco. Alcuni membri del cast sono persino dispiaciuti, come Bob Hoskins, che dichiara che Super Mario Bros. è il lavoro peggiore che abbia mai fatto. Shigeru Miyamoto ha comunque compreso che gli attori si sono impegnati molto. Nel 2009, la rivista Time ha catalogato questo film tra i 10 peggiori film tratti da un videogioco. Viene anche definito come un film con "effetti speciali, nient'altro..."

Libro

Tale Todd Strasser decise di trasportare il film su carta tramite il libro "Super Mario Bros. il Film". Il libro racconta la trama del film in versione estesa (comprendendo pure alcune scene tagliate, ma scartando le più superflue e cambiando due dialoghi). Il libro contiene pure 12 immagini inedite del film. In Italia, il libro è stato tradotto da Roberto Marro.

Sequel

Originariamente il film si conclude con un "cliffhanger", ossia un epilogo che lascia aperta la possibilità ad un seguito. Tale seguito non raggiunse mai il grande schermo, a malapena i registi stavano cominciando a creare "Super Mario Bros. 2". Uno dei produttori del film ha rispolverato la prima versione incompleta del copione di Applebaum e Hoss scritta da Parker Bennett e l'ha pubblicato come webcomic dal titolo "Super Mario Bros. the Movie Sequel" detto anche Super Mario Bros. 2 il Film. Il seguito vedeva Mario e amici alle prese con un ex-collaboratore di Koopa, Wart, attaccare Dinohattan dalla sua prigione dimensionale di Subcon, nel mentre veniva spiegato che tante creature come le Piante Piranha si erano estinte durante l'era di Koopa e il professor Mosuser stava riportandole alla vita.

Curiosità

  • Questo é stato il primissimo film tratto da un videogame.
  • Tom Hanks e Arold Swatzneger si erano candidati per il cast del film rispettivamente nel ruolo di Mario e Koopa.
  • Bob Hoskin (Mario) non voleva fare questo film, temendo che questo lo catalogasse come attore per un pubblico giovane: difatti aveva recitato anche in Roger Rabbit nel ruolo di Eddy Valiant e Hook-Capitan Uncino nel ruolo di Spugna e più tardi anche in Pinocchio nelle vesti di Geppetto. Bob accettò solo perché i produttori avevano insistito tanto.
  • A riprese terminate, B. Hoskin e D. Hopper, hanno affermato che questo é stato il film peggiore che abbiano mai fatto.
  • I protagonisti hanno recitato da ubriachi, per farsi venire un perfetto accento italiano.
StellaMK8