FANDOM


Castello Shroob
ShroobCastle
Locazione: Regno dei Funghi
Capitale: -
Regnante: Principessa Shroob
Boss: Principessa Shroob, Principessa Shroob Vecchia
Abitanti: Anibolla, Bob-Ombe letali, Canotti Shroob, Mastri Shroob, Ronfosfere, Shroob Rex, Tipi Ghoul
Prima Apparizione: Mario & Luigi: Fratelli nel Tempo (2005)
Ultima Apparizione: -
Livelli: -

Il Castello Shroob è il castello di Peach conquistato dagli Shroob che la Principessa Shroob fa costruire nel Regno dei Funghi del passato. Il primo a chiamare questo castello così è stato Mastro Toad, che lo guarda a bordo del Tartaplano.

Storia

Skelobowser Icona - Mario Kart 8 SPOILER IN VISTA!
È sconsigliata la lettura di questa sezione per evitare di ricevere spoiler sulla trama.
Skelobowser Icona - Mario Kart 8

Il Castello Shroob è apparso per la prima volta all'inizio del gioco. Nel Tartaplano di Baby Bowser, Mastro Toad rifiuta di guardare il castello, dicendo che dovrà già essere degli Shroob.

Dopo un po' di tempo, al Castello di Peach del presente compare una breccia temporale. Se i Mario provano ad entrarci, però, c'è una barriera che blocca la porta. Il Professor Strambic dice che prima bisogna unire i pezzi di Stella Cobalto prima di pensare al Castello.

Dopo aver trovato cinque pezzi, i quattro ritornano dal Santuario Stella per raggiungere la breccia per il Castello Shroob. I cinque pezzi della stella riescono ad eliminare il portale (anche se in verità sappiamo che non è nient'altro che la Sorella della Principessa Shroob che cerca di imbrogliare i Mario).

Il Castello è molto complicato da fare e ad un certo punto i quattro trovano un monitor con su l'immagine della Principessa Peach. I fratelli entrano in un tubo ma un Categnaccio lo rompe, facendoli cadere nei Sotterranei del Castello Shroob.

Dopo aver raggiunto la torre del castello (a forma della Principessa Shroob), la Stella Cobalto si separa e i Mario dovranno continuare da soli. Ad un certo punto trovano la Principessa Peach, ma la Principessa Shroob cerca di eliminarli usando i missili. I poveri fratelli raggiungono la cima dove si scopre che la parte superiore della statua non è che una navicella. Con essa abbattono l'Astronave Madre che cade contro la torre.

Scendendo, si accorgono che parte dell'astronave è visibile anche dall'interno della torre. La Principessa Shroob, quindi, entra nel suo castello e dichiara guerra ai Mario. Alla fine i quattro hanno la meglio e c'è anche di più: la Stella Cobalto, infatti, ritorna dai quattro. Peach rivela di avere l'ultimo pezzo, ma dice di non poterlo unire. Non fa in tempo a spiegare il perché che Baby Bowser unisce tutti i pezzi.

Il draghetto viene subito shroobificato. Solo in quel momento i Mario scoprono che in verità la Stella Cobalto non conteneva che la Sorella della Principessa Shroob! La principessa fa volare in cielo la piattaforma dove si trovano i Mario e la Principessa Peach e sfida i quattro.

Dopo averla sconfitta la piattaforma ritorna nel castello e si scopre che la Shroob è diventata un fungo. I quattro festeggiano ma Baby Luigi piange. Le lacrime toccano il fungo di Baby Bowser, che diventa di nuovo normale. Allora Peach e i quattro tornano nel presente.

Curiosità

  • Sembra che gli Shroob ci abbiano impiegato pochissimo tempo per creare il Castello Shroob. Dalla distruzione del Castello di Peach è passato poco tempo all'arrivo del Tartaplano, eppure quando Mastro Toad guarda dalla finestra vede il Castello già completo.
  • Le mappe e la fisionomia del Castello Shroob sono molto simili a quelle del Castello di Peach del presente. Le eccezioni sono la statua e i Sotterranei, molto più grandi.
  • In ogni capitolo della serie, l'ultimo luogo che si esplora è un castello, infatti nel primo è il castello di Bowser, il secondo degli Shroob, nel terzo di Peach e nel quarto il Neo-Castello di Bowser.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.